Benvenuto in Rileacarwash!

Detailing Auto: guida introduttiva
detailing auto

Detailing Auto

Il detailing auto è prendersi cura del veicolo, capire le esigenze di mantenimento e curare in ogni aspetto la presentazione estetica dell’auto. Ogni dettaglio merita un’attenzione particolare. Ogni materiale di cui è composta la vettura ha bisogno di un suo prodotto per essere trattato. Il auto detailing comprende molteplici operazioni, che vanno dalla pulizia interna o esterna a interventi volti a migliorare e proteggere la carrozzeria e dunque la finitura dell’auto. Auto car detailing significa anche lucidatura e manutenzione di tutte le parti dell’auto, sia interne sia esterne: carrozzeria, vetri, plastiche, metalli, pelle auto, gomma.

Caratteristiche del trattamento

  • Massima brillantezza, gloss, profondità di colore e riflessi impareggiabili
  • Protezione dallo scolorimento e dai raggi UV, sia per la vernice che per le plastiche
  • Grande durezza alla verniciatura, proteggendo l’auto dal contatto e dai micro graffi
  • Grande potere autopulente che, grazie all’effetto idrorepellente, respinge l’acqua e buona parte di sporco
  • Protezione contro la chimica (prodotti acidi, alcalini, calcare, moscerini)
  • Protezione anti-pioggia su tutti i vetri; il che permette di guidare sicuri anche in caso di pioggia

Benefici del detailing auto

  • Avrai un’auto perfetta e splendente negli anni
  • Il processo di lavaggio sarà molto più veloce poiché lo sporco stradale e i moscerini si rimuoveranno molto più facilmente e senza lasciare tracce
  • Aumenterà il valore dell’auto
  • La protezione completa dell’auto ti garantirà tranquillità e relax

Le cinque fasi del detailing auto

  • Lavaggio
  • Decontaminazione
  • Lucidatura
  • Protezione
  • Mantenimento

L’esecuzione attenta di ognuna di queste fasi permette alla successiva una maggiore efficacia e durata nel tempo.

Il lavaggio

Il lavaggio è la parte iniziale, e viene sempre eseguito con prodotti specifici rispettosi delle superfici e dunque neutri, shampoo auto o sgrassatori a ph neutro e attrezzature come guanti o spugne. Nella prima fase del lavaggio viene eseguita la rimozione dello sporco stradale e della contaminazione superficiale, insieme alla rimozione di insetti sia sul parabrezza sia sulla carrozzeria. Si proseguirà con il lavaggio di tutte le parti specifiche come le cromature, plastiche, guarnizioni auto, vetri, gomme, i copertoni. Finita la fase esterna, si procederà al lavaggio interno auto come plastiche, pelle, similpelle, Alcantara, modanature al carbonio o in legno, moquette auto e tessuti. Anche l’asciugatura, attraverso l’utilizzo di panni in microfibra, permette di preparare l’auto alle più importanti fasi successive del Detailing.

La decontaminazione

La decontaminazione, nonostante venga spesso trascurata, è la fase più importante del processo, in quanto permette l’ottenimento di una superficie capace di meglio accogliere le successive fasi del trattamento auto. Se con il lavaggio approfondito non si è riusciti a rimuovere alcune contaminazioni, si passa alla fase della decontaminazione, che ha proprio il compito di eliminare lo sporco più ostinato. Spesso si tratta di catrame stradale, ossidazioni, colle o resine di alberi, tutto quello che non permette alla superficie di essere liscia e setosa. Se viene posta la giusta cura in questa fase, si potrà subito notare come la carrozzeria, la plastica, il vetro, le cromature ecc…iniziano a essere più luminose. E’ importante ricordare che non è un’azione abrasiva, ma solo decontaminante.

La lucidatura

La lucidatura auto è l’operazione più delicata e viene eseguita con la massima attenzione. Oltre ad usare le migliori tecnologie in commercio, infatti, per ottenere dei buoni risultati sull’auto, serve un’ottima lucidatura. Spesso capita di vedere vetture, anche già sottoposte a lucidatura, che presentano aloni, ologrammi, segni o altro. Altrettanto spesso si crede questo sia inevitabile, od in ogni caso normale. Occorre solo utilizzare le giuste tecniche ed i giusti prodotti. La lucidatura ci permette non solo di rimuovere ossidazioni e graffi, ma anche di ottenere una superficie perfettamente liscia. È necessario proseguire in modo lineare e nel massimo rispetto delle superfici sulle quali operiamo. Ci sono differenti tipologie di lucidatura possibili: la prima è quella a mano, la più economica, che permette di stendere il prodotto con un applicatore. Si può usare altrimenti la lucidatrice rotorbitale, utile per i privati, o quella rotativa, che usano invece i professionisti.

La protezione

la quarta fase è quella della protezione, che serve per mantenere i risultati ottenuti nelle fasi precedenti. Il lavoro di protezione garantisce la durata e la protezione di tutte le superfici dell’auto, sia esterne che interne, di carrozzeria, plastica, vetri, gomme, pelle, tessuto ecc… Questa fase ci dà la possibilità di rendere le superfici meno esposte all’inquinamento atmosferico, allo sporco, ai graffi, all’invecchiamento e ai raggi UV. Se vengono impiegati prodotti di nanotecnologia si avrà una protezione quasi totale. Le tipologie di protezioni sono davvero tante e si dividono in varie tipologie: cere di base o cere ad alto rendimento, sigillanti, trattamenti nanotecnologici. Tutto dipende dall’impegno che si vuole dedicare al car detailing, in termini economici e di tempo.

Difetti più comuni

OlogrammiDerivano da una lucidatura non corretta. Nei casi peggiori si notano da subito dopo che l’auto è stata lucidata; altre volte si notano dopo alcuni lavaggi che riescono a rimuovere gli oli dei polish. Questo è un difetto molto comune.
SwirlGraffi poco profondi, normalmente presenti sulla quasi totalità del parco circolante, causati principalmente da lavaggi effettuati in modo errato.
RidsRandom isolated deeper scratches, dove scratches sta per graffi random (casuali) e difficilmente imputabili ad un preciso evento, isolated perchè “normalmente” sono isolati, e deeper perché possono avere diversa profondità. Essa può richiedere un intervento di lucidatura pesante, carteggiatura e nei casi peggiori può necessitare di una riverniciatura.
BucciaO buccia d’arancia, si può trovare sia su auto nuove che su auto non riverniciate perfettamente. L’unica soluzione a questo difetto è un ciclo di carteggiatura completo e successivamente una lucidatura totale. Questo è un processo molto delicato e lungo, di cui valutarne la fattibilità.
OssidazioneÈ la perdita di lucentezza o scolorimento che capita soprattutto sulle vernici monostrato pastello che non hanno il trasparente ed è principalmente dovuto ai raggi UV, agli agenti atmosferici e a prodotti di lavaggio troppo aggressivi.
Bruciature da insetto o escrementiSono causate dalla permanenza di queste sostanze sulla vernice dell’auto non protetta. Essendo molto acide esse vanno ad intaccare la vernice. In base alla gravità del caso, si può provvedere alla lucidatura o al carteggio e lucidatura e, nei casi più gravi, potrebbe essere necessaria anche la riverniciatura.
Macchie di calcareDovute ad errate asciugature del veicolo dopo il lavaggio, oppure ad altri residui di acqua sedimentati sulla carrozzeria. In questi casi, si usano prodotti specifici e molte volte si utilizza anche la lucidatura. Per avere la certezza che sia stato completamente risolto il problema, bisogna cuocere con una lampada a infrarossi la superficie interessata.

Il mantenimento

L’ultima fase è ovviamente quella del mantenimento, che serve per conservare più a lungo possibile tutti gli effetti dei vari trattamenti eseguiti. Un’auto che ha avuto già un trattamento di detailing sarà più semplice da mantenere, basterà utilizzare detergenti equilibrati, shampoo a ph neutro, degli accessori delicati, detailer lubrificati e panni non pericolosi per qualsiasi tipologia di superficie, in modo da conservare il lavoro svolto.